Campania Teatro Festival 2022: gli spettacoli dall’8 al 10 Luglio

Campania Teatro Festival 2022: la rassegna teatrale

Fifteen is green. Nasce all’insegna della eco-sostenibilità la quindicesima edizione del Campania Teatro Festival, la sesta diretta da Ruggero Cappuccio, in programma dal 10 Giugno al 12 Luglio 2022.

Campania Teatro Festival 2022: gli spettacoli dall'8 al 10 Luglio

Realizzata con l’impegno concreto della Regione Campania e organizzata dalla Fondazione Campania dei Festival, della quale è amministratore unico Alessandro Barbano, la rassegna si conferma una straordinaria vetrina di 9 sezioni della cultura nazionale e internazionale in alcuni dei luoghi più belli e suggestivi del territorio campano.

Campania Teatro Festival 2022: il Programma dall’8 al 10 Luglio

Ecco i principali spettacoli del Campania Teatro Festival 2022 dall’8 al 10 Luglio:

8 Luglio ORE 21.00 – Teatro Comunale di Caserta

IL SOGNO DI BURNEY

Il lungo viaggio che Charles Burney intraprese nel 1770, alla volta dell’Italia e di Napoli, rivive attraverso le inquietudini teatrali di un capocomico chiamato a mettere in scena le atmosfere di quell’impresa.

Con l’aiuto di un attore volenteroso, della cantante e di un gruppo di strumentisti, il capocomico si industria per ridare vita alle figure essenziali che scandirono il grand tour e, più in generale, animarono la compiuta visione musicale di Burney: Händel e Porpora, Jommelli e Mozart, Farinelli e Porporino.

Tasselli, tutti quanti, di una vicenda appassionante che in Napoli trova il proprio centro emotivo e nella produzione vocale settecentesca la più pertinente delle colonne sonore.

8 LUGLIO ORE 21.00 Capodimonte – Giardino paesaggistico di Porta Miano

UNA RAGAZZA COME IO

È un one woman show in cui Chiara Francini ripercorre la sua vita, unica eppure cosi simile a quella di tanti altri, l’infanzia di paese, i nonni con cui è cresciuta, la famiglia matriarcale, l’adolescenza, il percorso di ragazza di provincia sano e caparbio, il desiderio odierno combattuto e vivissimo di voler diventare mamma e la fierezza dell’essere ora e sempre una diversa, una strana, una fuoriposto, un’inadeguata, una parvenue.

Col sarcasmo, la vita, la malinconia e la carne Chiara Francini ci racconterà cosa significhi per lei essere una donna oggi e lo farà in modo rivoluzionario: dicendo la verità. Con ironia, lucine e molti alberi di Natale.
Una ragazza come io.

8 LUGLIO ORE 22.30 Capodimonte – Praterie del Gigante (Ingresso da Porta Miano)

CAPOLAVORI

Mauro Berruto, già allenatore della nazionale italiana di pallavolo, ci conduce in un’indagine appassionata che ci farà scoprire come il gesto dell’allenare non sia esclusivo di chi entra in uno spogliatoio, ma pratica quotidiana per mettere insieme persone, trasformarle in squadre e orientarle verso l’obiettivo.

Nel corso della serata Diego Armando Maradona palleggerà con Michelangelo, Jury Chechi sfiderà Yves Klein, Muhammad Ali e Kostantinos Kavafis comporranno poesie, perché atleti, artisti e poeti fanno parte della stessa squadra.

Un viaggio pieno di emozioni verso quell’Itaca, meta di chi sogna di vincere una medaglia, di dipingere un’opera d’arte, conquistare una quota di mercato oppure, semplicemente, di poter dare il meglio di sé in ogni occasione.

8 LUGLIO ORE 19.00 Sala Assoli

2084 L’ANNO IN CUI BRUCIAMMO CHROME

2084 può considerarsi come il capitolo conclusivo di una ideale trilogia sul futuro e sulla famiglia, due temi da sempre oggetto del mio interesse, che ho iniziato ad esplorare sin dall’anno 2000. 

8 LUGLIO ORE 21.00 Capodimonte – Giardino dei Principi (Ingresso da Porta Grande)

IL SOGNO REALE. I BORBONE DI NAPOLI – BUDELLO

Il 24 aprile del 1816, nella cappella di Palazzo Reale, a Napoli, si celebrava il matrimonio tra la Principessa Maria Carolina di Borbone e il Duca di Berry. Nel quadro che raffigura la cerimonia, oggi esposto al Museo di Capodimonte, tra gli invitati compare Niccolò Paganini, per quanto il celebre violinista non sia mai stato a Napoli quell’anno.

Attraverso la voce del suo avvocato, vittima e confidente delle sregolatezze del musicista, Budello prende spunto dal periodo napoletano di Paganini per raccontare indiscrezioni sulla sua burrascosa vita e sulla sua musica folle e innovativa.

9, 10 LUGLIO ORE 21.00 Capodimonte – Cortile della Reggia (Ingresso da Porta Grande)

ALLA GRECIA

Steven Berkoff reinventa Edipo in una splendida parodia, un cult anni 80  tra blank verse, squarci lirici e turpiloquio rabelesiano. De Capitani regista gioca con un testo esilarante e smodato, con le sue istanze sociali e politiche, dal finale trasgressivo. 

Eddy è un giovane proletario che lascia i genitori per sfuggire al vaticinio di un zingaro indovino. In cerca di fortuna nella London Calling degli anni della Thatcher – tra invasioni di topi, lotte sociali e scontri di hooligans – si imbatte inconsapevole nel suo vero padre e lo uccide in un duello a raffiche di insulti, sposandone la moglie, la sua vera madre.

Marco Bonadei interpreta con energia travolgente Eddy, sfidando gli storici attori dell’Elfo – il Laio di De Capitani, la Sfinge di Cristina Crippa – e seducendo la Giocasta da pub di Sara Borsarelli. Ad incalzarli la musica dal vivo di Mario Arcari.

9 LUGLIO ORE 21.00 TEATRO MERCADANTE

SHAKESPEARE / BACH

«A volte la memoria ritorna, portando con sé volti, nomi, pezzi di storie e suoni – afferma Sonia Wieder-Atherton. Da questo luogo emergono i sonetti di Shakespeare, a volte lontani ma contraddistinti da un senso di presenza penetrante. Come se quelle parole fossero rivolte ai volti della memoria o come se fossero quei volti ad avercele raccontate. Il violoncello, attraverso le suite di Bach, riporta alla luce frammenti di memoria e scolpisce il tempo».

Charlotte Rampling e Sonia Wieder-Atherton instaurano un dialogo poetico tra i sonetti di Shakespeare e le suite di Bach.
L’attrice britannica non ha bisogno di presentazioni. Con il suo straordinario talento e sguardo magnetico, ha impresso un segno indelebile nel cinema mondiale, dai film di Luchino Visconti alle recenti regie di François Ozon.

E, anche nella musica, il talento della violoncellista nonché compositrice Sonia Wieder-Atherton occupa un posto di rilievo.
Nel 2013, le due artiste hanno già collaborato per lo spettacolo Danses nocturnes, che univa poesia e letteratura attraverso le suite per violoncello di Benjamin Britten e i versi della poetessa Sylvia Plath.

Per la loro seconda volta in scena, sarà il Bardo a incontrare l’universo musicale di Bach, affinché la luce di questo incontro risplenda nel ritmo di due lingue e nel canto delle loro voci.

9 LUGLIO ORE 21.00 Capodimonte – Praterie del Gigante (Ingresso da Porta Miano)

SETTEMBRE È NERO

Due voci si inseguono sul filo del ricordo, mezzo secolo dopo il bagno di sangue che cambiò per sempre, a Monaco, la storia delle Olimpiadi. La prima è quella di Gad Tsobari, atleta israeliano che scampò al massacro per ritrovarsi poi a viverlo, dolorosamente, in diretta televisiva, fino alla surreale cerimonia funebre consumata in un Oympiastadion a mezz’asta. L’altra voce è quella di Kamal Kamel Mohammed, cestista egiziano e portabandiera della propria squadra, che in televisione avrebbe visto svanire ogni speranza di gloria con una sconfitta, subita senza neppure scendere in campo.

Su uno sfondo musicale incalzante e teatrale, il sogno sportivo privato di Kamal si intreccia con l’incubo spaventoso di Gad e del mondo intero.

9 LUGLIO 0RE 21.00 Pietrelcina – Via Riella

LA CITTÀ DEI MIRACOLI

Un progetto innovativo e originale del Teatro Potlach a Pietrelcina, città natale di Padre Pio, dove la sua figura è l’espressione di un contesto storico e antropologico ricco di profonde tradizioni.

I beni materiali e immateriali di Pietrelcina si trasformano in visioni artistiche. Gli spettatori si immergono lungo un percorso disegnato nel centro storico trasformato metro per metro dagli artisti del Teatro Potlach con tecniche antiche e contemporanee.

9, 10 LUGLIO ORE 21.00 BIPIANI – QUARTIERE PONTICELLI

#FOODISTRIBUTION IN BETWEEN SPACES

Foodistribution è un progetto residenziale di ricerca scientifica e artistica che mette in relazione l’analisi del processo di gentrificazione di piccole e grandi comunità urbane con l’illuminotecnica e il disegno luci, la fotografia e il teatro.

La relazione con gli abitanti, nel lungo periodo, è condizione necessaria per approfondire la ricerca artistica in condivisione e mediare le abitudini e le dinamiche abituali con il processo creativo specifico.

IN BETWEEN SPACES si concentra su quei piccolissimi territori che non avendo una destinazione d’uso specifica diventano espressione concreta delle comunità che li abitano, sorprendendo spesso i più sofisticati progetti di pianificazione. Anche quest’anno #foodistribution22 lavorerà nella periferia est di Napoli.

10 LUGLIO ORE 21.00 Teatro Comunale di Caserta

ASPETTANDO GODOT

Nel 1975, a ventidue anni dalla prima assoluta parigina di En attendant Godot, Samuel Beckett ritorna sul testo che lo ha reso famoso, per realizzare una sua regia in lingua tedesca, allo Schiller Theater di Berlino.

Con oltre un ventennio di esperienza alle spalle, Beckett decide di «dare forma alla confusione» del testo originale. Inizia una profonda revisione drammaturgica e un percorso registico, minuziosamente documentati nel testo riveduto e nel suo quaderno di regia.

Ne emerge il quadro di un processo creativo intensissimo, in cui il sapere e l’istinto di teatrante puro di Beckett producono, da una parte, una drammaturgia visiva potente e coerente e, dall’altra, una versione di Aspettando Godot qualitativamente diversa dall’originale francese.

10 LUGLIO ORE 22.30 Capodimonte – Giardino paesaggistico di Porta Miano

IL MEDICO DEI MAIALI

Cosa succede quando muore un re? E non un re qualsiasi, ma il re d’Inghilterra. Cosa succede in quei pochi momenti in cui la monarchia si mostra fragile, il popolo aspetta e il tempo corre, come in pericolo? Cosa succede se il re non è veramente morto d’infarto, ma è stato assassinato? E cosa succede se il Principe ereditario è solo un ragazzotto arrogante e presuntuoso, del tutto impreparato alle responsabilità che lo attendono?

In questa crisi, l’unico che sembra avere certezze è un veterinario, il medico dei maiali, che si ritrova per caso in questa vicenda e tenta di cogliere un’opportunità. Quando le certezze cadono, quando muoiono i padri e crollano le torri, l’essere umano si mostra sempre per quello che è: una bestia, una bestia pronta a essere un uomo.

10 LUGLIO ORE 21.00 Capodimonte – Praterie del Gigante (Ingresso da Porta Miano)

SONO SOLO UN UOMO

Roberto Baggio e Ulisse, un mito del calcio e un eroe classico, si fondono in un’unica figura: un uomo stanco alla fine di un viaggio, solo in un campetto di provincia, un posto dove fermarsi per ripercorrere una storia.

Pungolato da un’altra figura, l’uomo, mescolando memoria e sogno, inizia un racconto in cui affronta tempeste, infortuni, panchine, fino ad arrivare all’apice del successo senza mai cedere al canto delle sirene e restando lo stesso di sempre.

Correrà fino allo stremo, vivendo ogni istante della sua avventura calcistica, mai domo, forse «fiaccato dal tempo e dal fato, ma duro sempre a lottare, cercare e trovare né cedere mai» (A. Tennyson).

10 LUGLIO ORE 21.00 Teatro Politeama

TOLD BY MY MOTHER

«Told by my mother è uno spettacolo di danza costruito a partire da storie intime e sentite – racconta Ali Chahrour. Storie di madri iconiche e delle loro famiglie, alcune disperse, o scomparse. Raccontiamo le loro storie perché la memoria sopravviva. Altre rimangono e vivono per raccontare. Le loro voci salgono sul palco, cantando e raccontando ciò che è stato, per salvare ciò che è rimasto.
Danzano per sopravvivere a ciò che resta».

Questo spettacolo parla di intime difficoltà familiari e tragedie affrontate dalle madri: corpi, voci e piccole battaglie nascoste all’interno delle abitazioni di Beirut e dei suoi sobborghi. 

Dove acquistare i biglietti del Campania Teatro Festival 2022

Ecco tutte le informazioni utili per l’acquisto dei biglietti degli spettacoli del Campania Teatro Festival 2022:

  • al Botteghino del Festival (Teatro Politeama)
  • online sul nostro sito ufficiale nella pagina del programma
  • online sul sito etes.it
  • presso i punti vendita autorizzati consultabili sul sito https://www.etes.it/retailers/find
  • presso i luoghi di spettacolo, previa disponibilità (a partire da un’ora prima dell’inizio dell’evento; in regione a partire da due ore prima)

Biglietteria > 340 6063508 – biglietteria@fondazionecampaniadeifestival.it (aperta dal lunedì alla domenica dalla 10.00 alle 19.00)
Infopoint > 345 2806537 – infopoint@fondazionecampaniadeifestival.it (aperti dal lunedì al sabato dalle ore 10.00  alle 19.00)

Quali sono i costi dei biglietti del Campania Teatro Festival 2022

Ecco tutti i prezzi e riduzioni dei biglietti degli spettacoli del Campania Teatro Festival 2022:

  • intero € 8
  • ridotto under 30 e over 65 € 5
  • letteratura e cinema € 5
  • gratuito riservato ai diversamente abili con un accompagnatore e pensionati titolari di assegno sociale
  • Eventi gratuiti con ingresso libero‘A Voce D’ ‘O Vico, La città dei miracoli, Water Fools
  • Eventi gratuiti con prenotazione sul sito campaniateatrofestival.it o sul luogo di spettacolo (a partire da un’ora e mezza prima dell’inizio): #FOODISTRIBUTION in- between space, Paesaggi sonori – Forme di coabitazioni tentacolari, La storia più bella del mondo, Semi in air: Io sono confine.
  • Per lo spettacolo La Salvazione a Foresta previsto a Foresta di Tora e Piccilli, è necessario inviare una mail a: forestatecultura@gmail.com o anche via whatsapp al numero 3518015422. Il biglietto costa 8 euro e sarà ritirato direttamente la sera dello spettacolo.
  • I biglietti della rassegna Pompeii Theatrum Mundi sono acquistabili online sul sito vivaticket.it e presso le biglietterie del Teatro di Napoli.
  • Attività diurne gratuite previa prenotazione sul sito campaniateatrofestival.it

SERVIZIO NAVETTA

Per alcuni spettacoli del Campania Teatro Festival 2022 in programma al Museo e Real Bosco di Capodimonte, è possibile usufruire di un servizio navetta gratuito con partenza da via San Carlo.

Il servizio sarà prenotabile entro e non oltre le ore 12.00 del giorno dello spettacolo sul sito campaniateatrofestival.it; chiamando al numero dell’Infopoint oppure recandosi al Botteghino del Festival presso il Teatro Politeama.

Quali sono le promozioni e convenzioni del Campania Teatro Festival 2022

Ecco le principali promozioni e convenzioni del Campania Teatro Festival 2022:

PROMO MUSEI

Esibendo il ticket di uno dei musei convenzionati, sarà possibile acquistare il biglietto di uno degli spettacoli del Campania Teatro Festival al costo ridotto di € 5. Allo stesso modo, con un biglietto del CTF 2022 sarà possibile usufruire di agevolazioni sul ticket d’ingresso ai musei convenzionati.

Per ogni spettacolo allestito al Museo e Real Bosco di Capodimonte, si riceverà in omaggio un biglietto per il Museo.

PROMO ARTECARD

I titolari di una delle tessere Artecard (Campania 3 giorni ordinaria, Campania 3 giorni giovani, 365 Lite ordinario, 365 Lite Giovani – dedicate al CTF22), possono acquistare un biglietto per gli spettacoli del Festival (escluse le sezioni Letteratura e Cinema) al costo ridotto di € 400 euro presentando alle biglietterie la card o inserendo il codice promozionale dedicato che riceveranno.

La promozione è valida solo ed esclusivamente sulle due tipologie di card indicate e solo se brandizzate CAMPANIA TEATRO FESTIVAL.

PROMO PARTNER

Esibendo la tessera di uno dei partner del CTF 2022, è possibile acquistare i biglietti degli spettacoli della XV edizione al costo ridotto di € 5 (ogni tessera consente l’acquisto di massimo 2 biglietti per lo stesso spettacolo).

PROMO TRENITALIA

È possibile acquistare i ticket per gli eventi del CTF 2022 (tranne le quelli della sezione Cinema e Letteratura) con uno sconto del 50%, esibendo un biglietto Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca con destinazione in una delle stazioni della regione Campania, con data antecedente di 2 giorni dalla messinscena dello spettacolo a cui si vuole assistere.

CONVENZIONI

Gli spettatori del Festival, esibendo il biglietto di uno degli spettacoli, avranno diritto a uno sconto presso gli esercizi associati a Federalberghi Napoli, Dimorra e a Fipe-Confcommercio Campania, e presso i ristoranti che aderiscono alla convenzione.

CONVENZIONE GARAGE

Politeama avranno diritto ad uno sconto del 10% sulle tariffe orarie del Parcheggio Garage Nunziatella (via Nunziatella 8, Napoli).

Lo sconto sarà valido solo nei giorni di spettacolo al Politeama e presentando il biglietto della serata.

I possessori di un biglietto di CTF22 riceveranno uno sconto di 50 centesimi sulle tariffe orarie di listino del Garage Parking del Bosco (via Sergio De Simone), utile per gli spettatori che accedono ai palchi di Capodimonte da Porta Grande.

Quali sono i contatti del Campania Teatro Festival 2022

Ecco i contatti e i numeri utili del Campania Teatro Festival 2022:

Fondazione Campania dei Festival
Napoli Teatro Festival Italia
via Generale Giordano Orsini 30, 80132 Napoli
Telefono: 081 18199179
Fax: 081 19020626
Mail: info@fondazionecampaniadeifestival.it
PEC: fondazionecampaniadeifestival@pec.it

AMMINISTRATORE UNICO – ALESSANDRO BARBANO – a.barbano@fondazionecampaniadeifestival.it
DIRETTORE ARTISTICO – RUGGERO CAPPUCCIO – r.cappuccio@fondazionecampaniadeifestival.it
SEGRETARIO GENERALE – ALESSANDRO RUSSO – a.russo@fondazionecampaniadeifestival.it
VICEDIRETTRICE ARTISTICA – NADIA BALDI – n.baldi@fondazionecampaniadeifestival.it
RESPONSABILE AMMINISTRATIVO – LUCA TUFANO – l.tufano@fondazionecampaniadeifestival.it
RESPCOMUNICAZIONE – PATRIZIA BOLOGNA – p.bologna@fondazionecampaniadeifestival.it
RESPONSABILE ORGANIZZATIVO – LINA GISONNA – l.gisonna@fondazionecampaniadeifestival.it
RESPONSABILE TECNICO – ENZO MARESCA – e.maresca@fondazionecampaniadeifestival.it
PROGETTI DI COOPERAZIONE CULTURALE:
INTERNAZIONALI / UNIVERSITÀ/ ASSOCIAZIONI INCLUSIONE SOCIALE – BRUNELLA FUSCO – b.fusco@fondazionecampaniadeifestival.it
CONSULENZA ALLA PROGRAMMAZIONE INTERNAZIONALE: ALDO MIGUEL GROMPONE – studio.grompone@gmail.com
MARKETING E CERIMONIALE – CARMEN LUONGO – c.luongo@fondazionecampaniadeifestival.it
ENTI PUBBLICI – PAOLA CAPODANNO – p.capodanno@fondazionecampaniadeifestival.it
UFFICIO STAMPA – MASSIMO PERRINO ufficiostampa@fondazionecampaniadeifestival.it
WEB – VALERIO DE RENSIS – v.derensis@fondazionecampaniadeifestival.it

4,3 / 5
Grazie per aver votato!