Dolci tipici di Carnevale: la guida completa

Dolci tipici di Carnevale: la guida completa

Dolci tipici di Carnevale: la guida ai dolci regionali tipici di Carnevale

Il Carnevale è la festa più allegra dell’anno fatta di scherzi, maschere, travestimenti e tanti dolci! Se stai programmando un viaggio per festeggiare il Carnevale non dimenticare che c’è anche un lato gustoso dell’evento: quello dei suoi dolci tipici

Dolci tipici di Carnevale: la guida completa

Ecco i dolci regionali tipici del Carnevale:

  • Schiacciata Fiorentina;
  • Migliaccio Napoletano;
  • Dita degli Apostoli Pugliesi;
  • Frittele di Mele Piemontesi;
  • Krapfen e Strauben Trentini.

1. La Schiacciata Fiorentina – Firenze

Se per Carnevale hai in mente una gita a Firenze non perderti i punti panoramici più famosi della città e vestito in maschera gustati il dolce tipico toscano: la Schiacciata Fiorentina.

La Schiacciata Fiorentina – Firenze

Al contrario di quanto potresti pensare, questo dolce, non ha nulla a che vedere con la focaccia: si tratta di una torta lievitata a base di uova, farina, zucchero, latte (o acqua), scorza e succo d’arancia, vaniglia e strutto. 

È chiamata così perché non deve superare lo spessore di 3 cm da cotta, deve rimanere soffice e avere come decorazione o delle scritte o il Giglio di Firenze, il tutto utilizzando del cacao in polvere.

Già nel 1770 era conosciuta come Schiacciata delle Murate perché veniva preparata dalle suore di clausura del Monastero delle Murate.

La leggenda narra che quando la struttura fu convertita in carcere, la Schiacciata delle Murate fosse l’ultimo pasto che ricevevano i carcerati prima di essere giustiziati.

Passeggiando tra le vie di Firenze troverai questo dolce in qualunque pasticceria della città. Non esiste vetrina che non abbia in bella vista una Schiacciata alla Fiorentina, un vero e proprio trionfo di morbidezza e di profumi tutti dedicati al periodo più divertente e colorato dell’anno.

A Firenze con Italo

Cosa aspetti allora a passare un weekend coi bambini a Firenze e festeggiare il Carnevale, gustando la soffice torta rettangolare nel capoluogo toscano?

Italo ti offre collegamenti diretti con la bellissima stazione di Firenze Santa Maria Novella da ogni parte d’Italia: consulta tutti gli orari e i prezzi dei treni per Firenze, viaggia in pieno comfort con l’Alta Velocità e approfitta delle speciali offerte dedicate alla famiglia.

2. Migliaccio Napoletano – Napoli

Scegli di festeggiare il Carnevale con un weekend a Napoli e non solo per gustare le migliori pizze napoletane ma anche per assaporare un tipico dolce carnevalesco: il Migliaccio Napoletano.

Migliaccio Napoletano – Napoli

È uno dei dolci più famosi della tradizione pasticcera campana ed è la torta per eccellenza del Martedì Grasso.

L’origine del nome ha una storia molto antica, addirittura medievale, e la sua parola deriva dal latino miliaccium che indicava un particolare pane fatto col miglio

In passato le massaie lo preparavano con la farina di miglio, un cereale molto povero che oggi è stato sostituito dalla semola di grano duro.

Il migliaccio è una torta morbida e leggermente zuccherata con ingredienti poveri ma fondamentali: il semolino, la ricotta e i canditi.

Emana un profumo particolare grazie all’essenza millefiori e ricorda molto la pastiera napoletana anche per il suo colore.

La tradizione vuole che sia alto e si cuocia al forno in un tegame di rame (ma va bene anche l’alluminio) e può essere servito freddo ma anche caldo.

Quando entrerai in pasticceria scoprirai che a differenza di tutte le altre torte, viene venduto direttamente nel tegame, quasi a sembrar un dolce fatto in casa.

Insomma è una torta semplice dal sapore unico che piace a tutti, sia ai grandi che ai piccoli.

A Napoli con Italo

Se per Carnevale scegli di visitare Napoli in due giorni approfitta di un giro trai i paesi più belli della Costiera Amalfitana dove assaporare oltre al Migliaccio, anche le migliori specialità campane.

Raggiungere questo mondo di delizie è davvero semplice: approfitta dell’Alta Velocità di Italo, ad esempio, potrai viaggiare tra Napoli e Milano in meno di 4 ore e 30 minuti e tra Napoli e Roma in solo 1 ora e 20. Che aspetti a partire? Raggiugi Napoli in treno, il divertimento è assicurato e anche l’ottimo cibo.

3. Dita degli Apostoli: Cannelloni Dolci di Carnevale – Bari

Un fine settimana a Bari per assaporare le prelibatezze pugliesi è l’ideale per un Carnevale all’insegna del divertimento, dei colori e della buona cucina.

Dita degli Apostoli: Cannelloni Dolci di Carnevale – Bari

In Puglia puoi gustare, oltre alle chiacchiere e le frappe o graffe, le Dita degli Apostoli dette anche Cannelloni Dolci di Carnevale.

Queste leccornie  della cucina pugliese sono tipiche della tradizione contadina e risalgono alla metà del XIX secolo. 

Si racconta che a idearle furono delle monache devote a San Tommaso per ricordare quelle dita che toccarono il costato insanguinato di Cristo.

Le Dita degli Apostoli hanno la forma di un piccolo cannolo farcito con ricotta fresca, zucchero e aromi. Si ottengono arrotolando delle frittatine molto sottili, simili a delle crepes, hanno un colore giallo paglierino molto delicato e vengono poi spolverate con lo zucchero a velo.

Un delizioso dessert che tra uno scherzo e una maschera soddisferà il tuo palato.

Come raggiungere Bari in treno 

A Carnevale vieni a ballare in Puglia (recitava una canzone di Caparezza) e gustare le specialità dolciarie. Raggiungila con l’alta velocità: verifica orari e costi dei biglietti per Bari.

Acquista in anticipo il tuo biglietto in Low Cost modificabile, risparmia e vivi le meraviglie della Puglia con Italo Treno.

4. I Krapfen e gli Strauben Trentini – Trento

Pronto a trascorrere il Carnevale in Trentino e visitare Trento in un giorno? Sappi che oltre a mangiare speck, mele e gustare dell’ottimo vino, hai la possibilità di assaggiare due buonissimi dolci di Carnevale.

I Krapfen e gli Strauben Trentini – Trento

Da Bolzano a Trento, oltre alle famose chiacchiere, qui chiamate crostoli e le frittelle di mele che vedremo nella ricetta piemontese, si preparano i krapfen o berliner.

Alcuni documenti del 1600 ne individuano l’origine nella città di Graz, in Austria. Il loro nome lo si associa al termine tedesco per indicarne la forma, ma c’è chi ne assegna la maternità alla pasticcera di nome Cecile Krapf.

Sono delle sfere di pasta lievitata fritte in olio bollente, cosparse di zucchero a velo e farcite con la marmellata di albicocche, che può essere sostituita con cioccolato o crema.

Un buon krapfen lo contraddistingui dalla sua sofficità e quando dopo la frittura, risulta poco unto.

Se hai in mente un weekend a Trento con tutta la famiglia e scegli di trascorre più tempo, ti consigliamo un itinerario in cui visitare Trento e scoprirla in due giorni senza dimenticarti, però, di assaggiare gli Strauben, chiamati anche straboi o stromboi.

Sono delle frittelle lunghe attorcigliate in forme tortuose e proprio il loro nome deriva dal tedesco straub, che significa arricciato, scompigliato.

Questo dolce consiste in una pastella preparata con farina, burro, latte, grappa, uova e olio che viene immersa nell’olio bollente utilizzando uno specifico imbuto.

Assume quasi la forma di un lungo vermicello arrotolato un po’ come una chiocciola. Gli Strauben li puoi gustare caldi, ricoperti da zucchero a velo e accompagnati da una confettura ai frutti di bosco o ai mirtilli. 

A Trento con Italo

Cosa aspetti ad assaggiare queste prelibatezze di Carnevale? Oggi puoi raggiungere comodamente Trento con l’Alta Velocità grazie a Italo Treno. Visita la pagina riguardante gli orari dei treni per Trento e acquista in anticipo il tuo biglietto Low Cost modificabile.

5. Le Frittelle di Mele Piemontesi – Torino

Festeggia il Carnevale nella città della Mole e visita Torino in un giorno, oltre al cioccolato e ai brunch da assaporare nei migliori locali di Torino potrai gustare un buonissimo dolce della tradizione piemontese: le Frittelle di Mele.

Le Frittelle di Mele Piemontesi – Torino

Sono uno dei dolci casalinghi più diffusi del nord Italia, dalla patria delle mele, il Trentino, fino in Piemonte e a Carnevale, anche a Torino ti potrai fare una scorpacciata. 

La ricetta delle frittelle di mele risale all’epoca medievale e gli ingredienti sono molto semplici: una pastella a base di uova, farina, latte, buccia grattugiata di limone e fettine di mele spesse circa mezzo centimetro.

Basta solo immergere nella pastella le fettine di mele, friggerle in olio abbondante e infine cospargerle di zucchero a velo ancora calde. Una vera e propria delizia che potrai gustare a Torino e non solo, ma anche provare a fare in casa. Insomma un dolce di Carnevale semplice, che ti farà scoprire il sapore dell’infanzia.

A Torino con Italo 

A Carnevale scegli come meta il Piemonte e i suoi fantastici borghi. Italo ti porta a Torino con l’Alta Velocità: pensa che per raggiungere Torino da Roma Termini ci vogliono solo 4 ore e 40 minuti!

Scopri i nostri treni per Torino, troverai collegamenti convenienti da tutta Italia. Una volta arrivato, fermati a mangiare i piatti tipici piemontesi a Torino in Porta Nuova o Porta Susa e poi via a divertirti passeggiando in maschera tra i murales di Millo nella street art della città. E per un’esperienza magica non rinunciare a un tour nella Torino sotterranea.

Fonte: Italo.it

Seguimi sui miei canali Social

Booking.com
5,0 / 5
Grazie per aver votato!