“Santuario degli Uccelli”: trekking a Capo Miseno

“Santuario degli Uccelli”: Sentiero

Il Santuario degli Uccelli, un sentiero naturalistico sul promontorio di Capo Miseno, rappresenta una buona scelta per chi è alla ricerca di un sentiero per fare trekking nei Campi Flegrei.

Il promontorio di Capo Miseno, punta estrema della penisola flegrea, è un luogo molto frequentato dagli uccelli nidificanti e migratori per la sua particolare posizione geografica.

Capo Miseno, uno dei vulcani più antichi dei Campi Flegrei, offre una bellissima vista sul golfo di Napoli, oltre ad essere sede di un faro molto importante per la navigazione costiera notturna.

Foto dall'alto del faro di Capo Miseno.
“Faro di Capo Miseno”

Il sentiero del Santuario degli Uccelli, noto anche come sentiero del Faro di Capo Miseno, inizia da uno spiazzo nei pressi del faro subito dopo aver attraversato una galleria.

“Inizio del sentiero”

Possiamo così raggiungere la cima del promontorio di Capo Miseno attraverso un sentiero lastricato da blocchi di tufo che risale lungo il pendio dell’antica caldera del vulcano.

A metà del percorso possiamo fermarci per una foto ricordo con alle nostre spalle la spiaggia di Miliscola, molto frequentata dai bagnanti durante la stagione estiva, e lo splendido lago di Miseno.

Foto dall'alto della spiaggia di Miliscola a Miseno.
“Spiaggia di Miliscola”

In cima al promontorio ammiriamo il panorama mozzafiato sul golfo di Pozzuoli, e inoltre possiamo guardare in lontananza le incantevoli isole di Capri, Ischia e Procida.

Foto dall'alto delle isole di Ischia e Procida che si trovano poco distanti dalla città di Bacoli.
“Isole di Ischia e Procida”

Di ritorno dal sentiero visitiamo la Grotta della Dragonara, una cisterna di epoca romana scavata nel tufo, previa prenotazione gratuita scrivendo una email all’indirizzo pa-fleg.comunicazione@beniculturali.it.

Grotta della Dragonara, una cisterna di epoca romana scavata nel tufo del promontorio di Miseno.
“Grotta della Dragonara”

A pochi metri di distanza dalla Grotta della Dragonara troviamo il Sacello degli Augustali, un edificio di epoca romana dedicato al culto dell’imperatore Augusto.

Vista dall'esterno del Sacello degli Augustali, un edificio di epoca romana dedicato al culto dell'imperatore Augusto.
“Sacello degli Augustali”

Da non perdere anche la Piscina Mirabilis, la più grande cisterna romana mai costruita, prenotando anticipatamente la visita gratuita con una email all’indirizzo pa-fleg.comunicazione@beniculturali.it.

Piscina Mirabilis, la cisterna di acqua potabile più grande dell'epoca romana.
“Piscina Mirabilis”

La nostra passeggiata continua osservando la Sibilla Cumana di Jorit, un murale poco distante dalla Villa Comunale che ritrae lo sguardo della Sibilla che si riflette nelle acque della Piscina Mirabilis.

Murale della Sibilla Cumana del famoso street artist Jorit.
“Sibilla Cumana di Jorit”

Al termine dell’escursione, quando la stagione lo permette, consiglio di concedersi un bagno nell’acqua limpida della spiaggia dello Schiacchetiello.

La splendida spiaggia dello Schiacchetiello poco distante dal promontorio di Miseno.
“Spiaggia dello Schiacchetiello”

“Santuario degli Uccelli”: Come arrivare

Il sentiero del Santuario degli Uccelli è raggiungibile in macchina attraverso l’autostrada A56, da cui prendere l’uscita Pozzuoli per raggiungere Via Faro a Bacoli.

Il sentiero del Faro di Capo Miseno è raggiungibile anche con il Bus Eav, procedendo a piedi per circa 3 km dalla fermata di Via Risorgimento/Via Roma a Bacoli.

Orari della fermata del Bus Eav a Bacoli.
“Fermata Bus Eav a Bacoli”

Scarica la mappa

Scarica la traccia GPS del sentiero del “Santuario degli Uccelli” dal sito Wikiloc, oltre a leggere le recensioni degli altri escursionisti e scoprire altri percorsi di trekking a Napoli.

Informazioni sul percorso

  • Lunghezza: 2 km circa (andata e ritorno);
  • Dislivello: 300 m;
  • Tempo percorrenza: 1 h circa;
  • Difficoltà: T (Turistico, adatto a tutti);
  • Periodo consigliato: tutto l’anno.

Equipaggiamento consigliato

Ecco una lista degli oggetti indispensabili per la tua escursione:

  • Scarpe da trekking;
  • Zaino;
  • Abbigliamento comodo;
  • Giacca antipioggia;
  • Cappellino;
  • Costume da bagno;
  • Borraccia d’acqua;
  • Crema solare;
  • Pomata per punture d’insetti;
  • Macchina fotografica;
  • Pranzo al sacco.

Cosa leggere

Per chi volesse conoscere le regole e i consigli pratici per affrontare al meglio un’escursione, consiglio la lettura del libro “Viaggiare a piedi. Tutti i consigli per il trekking e l’escursionismo slow” di Giorgio Kuts.

Cerca una guida escursionista

Per vivere al meglio la tua escursione al Santuario degli Uccelli, puoi prenotare una visita guidata con l’associazione Visit Campi Flegrei che organizza appositi walking tour giornalieri.

Per prenotazioni e maggiori informazioni sul walking tour è possibile contattare le guide di Visit Campi Flegrei e in alternativa la pagina facebook dedicata alle escursioni nel territorio dei Campi Flegrei.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!